Scrolla su

Piccola introduzione all’arte della disintermediazione turistica

Da qualche anno ormai tutte le strutture ricettive che si affacciano sul web hanno una parola sacra: disintermediare!

Se non sai che cosa significa: disintermediare indica la capacità di eliminare dal processo di acquisto della struttura il mediatore. In poche parole fare in modo che i clienti invece di prenotare la camera attraverso l’agenzia di viaggi o il booking di turno prenotino direttamente alla struttura. Questo permette alla struttura di non pagare commissioni ai vari booking e di guadagnare soldini in più.

Ora, la maggior parte delle strutture cerca di disintermediare creando un proprio sito web con un booking interno. Il fatto è che una volta creato il sito web e il sistema di booking non hai disintermediato ma hai solo creato gli strumenti per farlo.

A questo punto del tuo cammino hai:

  • Il tuo obiettivo: disintermediare
  • Lo strumento per raggiungere l’obiettivo: il sito web con il booking interno

Credimi non è poco! Ma non è tutto.

Semplificando la strategia (e quindi dimenticandosi per un attimo che devi anche studiare i tuoi clienti, il loro modo di agire, quali piattaforme usano ecc) possiamo dire che quello che ti manca è portare la gente sul tuo strumento. In una parola: avere un traffico web.

Ecco allora alcune dritte per sfruttare al meglio i canali di traffico primari.

1. Motori di ricerca e localizzazione

I Motori di ricerca (Google) sono la mia passione primaria. Per acquisire traffico da questo canale puoi “comprare” delle parole chiave o acquisire traffico gratuito con attività di Seo (se non sai cosa vuol dire leggi questo).

Quando scegli le chiavi di ricerca (cioè le parole utilizzate dai tuoi clienti per cercare su Google) concentrati su chiavi geolocalizzate più specifiche possibile.

Inoltre non scegliere solo chiavi che rimando alla struttura (come “Albergo Roma”) ma crea contenuti dedicati anche a ricerche legate alla città (come “Cosa vedere a Roma”).

Tra “Albergo Roma” e “Albergo Roma vicino San Pietro” scegli la seconda.

Tra “Cosa vedere a Roma” e “Cosa vedere a roma di insolito” ancora la seconda.

Tra “Visit Rome” e “Visit Rome in december with warm weather” sempre la seconda

2. Social Network

I Social Network funzionano diversamente da un Motore di Ricerca. Mentre sui primi intercetti il tuo potenziale cliente pincipalmente in base a quello che sta cercando sui Social Network intercetti i tuoi clienti in base ai suoi interessi e alle sue preferenze.

In breve, su Google sai che cosa vuole ma non sai chi è, su Facebook sai chi è ma non esattamente che cosa vuole.

Quello che devi fare è credere all’utilizzo dei Social Network, smettere di fare foto amatoriali alla piscina o alle camere, parlare continuamente di sconti e offerte.

Devi cercare la relazione con i tuoi potenziali clienti. Raccontare chi sei e quali sono i tuoi valori. Fare delle belle foto, dai colori allo styling. Assegnare un budget per sponsorizzare i tuoi contenuti.

Ricordati che la differenza non la fa il letto che proponi, ma l’esperienza che dai. Non stai vendendo un posto per dormire ma un luogo e un’atmosfera dove passare dei giorni.

3. Gli intermediari stessi (tipo tripadvisor)

So che sembra assurdo ma se il punto 1 (Motori di Ricerca) e soprattuto il 2 (Social Network) sono fatti egregiamente anche gli intermediari possono diventare canali di traffico verso il tuo sito e quindi canali di disintermediazione.

Le persone quando cercano una sistemazione eseguono queste azioni:

  1. Partono sempre con una ricerca su un intermediario (ad es. Booking o Tripadvisor)
  2. Individuata una struttura visitano i suoi canali esterni (sito web, Social)
  3. Se la struttura è brava sui suoi canali esterni la persona torna sul sito dell’intermediario e prova a prenotare
  4. Se sul sito dell’intermediario i posti sono esauriti la persona andrà a prenotare sul sito web della struttura

Se arrivi al punto 4 vuol dire che hai fatto un bel lavoro sui Social e sui Motori di Ricerca. A questo punto puoi accontentarti di farli prenotare sull’intermediario oppure “forzare” la disintermediazione togliendo i posti disponibili.

Alcune strutture ricettive stanno già utilizzando questa tecnica di “forzatura” controllata! Però funziona solo se hai fatto davvero un bel lavoro di Social Media Marketing.