Scrolla su

Farsi raccomandare da Giulio

Come funziona la Seo in parole semplici

Il web è pieno di articoli su come funziona la Seo e in questi anni ne ho letti un’infinità!
Si parla di h1, di title, di link building, di keywords, ecc. Tutte parole tecniche adatte agli specialisti del settore, ma che non aiutano un cliente, un imprenditore o un manager a capire come funziona, che cosa fa e perché è importante la Seo.

Sarò sincero, anche io molte volte ho peccato di tecnicismi. Il risultato? Il cliente che ti dice “è tutto chiarissimo” e intanto pensa “che cosa avrà voluto dire?”.

Così ho deciso di spiegare come funziona la Seo in parole semplici (per quanto possibile), con qualche metafora e anche con un po’ di ingenuità.

In fondo diciamocela tutta, se la Seo la capiscono solo quelli che la fanno nessuno adotterà mai veramente questa tecnica in modo consapevole!

Mi presento, mi chiamo Giulio (aka Google)

Prima di parlare delle attività che fanno parte della Seo bisogna capire perché esiste la Seo e la risposta sta in Giulio!

Mi piace chiamare Google Giulio perché lo rende più umano e anche perché il suo lavoro è più umano di quanto sembri.

Perché esiste e chi è Giulio

Qualche settimana fa dovevo andare ad una cena ed ho deciso di portare una bottiglia di vino rosso. Non essendo un esperto di vino ho chiesto a un mio amico che si interessa di vini di consigliarmi una bottiglia adatta spendendo una cifra “umana” (tra i 5 e i 15 euro). Lui mi ha dato un paio di nomi e io ho fatto una bella figura alla cena!

Ti è mai successo qualcosa di simile? Chiedere un consiglio a qualcuno di cui ti fidi per scegliere o comprare qualcosa? Che so un ristorante, una palestra, un negozio?

Se non avessi conosciuto nessuno di cui ho piena stima nella conoscenza del vino, oppure se avessi voluto decidere tra vino e grappa (e il mio amico non si intende di grappa) avrei chiesto a Giulio che sicuramente è ben informato!

Giulio esiste perché umanamente (e anche giustamente) preferiamo prendere decisioni consapevoli aiutati da un amico di cui ci fidiamo e che sappiamo avere una buona conoscenza sul tema.
Inutile dire che Giulio è informato su tutto e nessuno di noi fa a meno di lui.

Giulio è il nostro amico di fiducia che ci aiuta a fare delle scelte ottimali e a rispondere ai nostri bisogni in fretta e con tante soluzioni.

Come fa Giulio a darci consigli soggettivi

Hai letto bene, i consigli di Giulio (cioè i risultati delle ricerche) sono soggettivi, proprio come i vini che può consigliarti un tuo amico. I parametri di scelta delle soluzioni che Giulio ci consiglia sono molto simili a quelli umani.
Semplicemente il suo cervello riesce a tenere in memoria praticamente tutto.

Quando qualcuno mi chiede il nome di un buon fisioterapista (facevo i 100mt a livello agonistico e miei muscoli si infortunavano almeno una volta l’anno) do sempre tre nominativi.

Il primo è il mio fisioterapista “storico” che fa questo lavoro da una vita e ha rimesso in sesto i miei muscoli per anni. L’ho già consigliato ad altri conoscenti e ne sono rimasti entusiasti e in passato ha massaggiato atleti di livello altissimo che ne parlano sempre molto bene.

Il secondo fa questo lavoro da una decina di anni ed era il fisioterapista dei miei compagni di allenamento che ne hanno sempre parlato molto bene. Io l’ho consigliato ad alcuni conoscenti e alcuni ne sono rimasti felici, altri un po’ meno.

Il terzo è una massofisioterapista che ha un passato da atleta quindi conosce molto bene gli infortuni muscolari ma conosco pochissime persone che sono state da lui anche se i commenti ricevuti sono positivi.

Ok, ho appena fatto un ranking!

Giulio conosce molti più fisioterapisti di me e quindi riesce a compilare pagine intere di consigli, ma il meccanismo è molto simile a quello umano. Proviamo ad elencare i fattori per cui Giulio fa il suo ranking:

-Corrispondenza: un fisioterapista non è uguale a un massofisioterapista, se stai cercando un fisioterapista nel mio ranking darò un valore più alto a chi corrisponde alla tua ricerca.

-Esperienza: ti fidi di più di un fisioterapista che ha una lunga esperienza e ha massaggiato molte persone nella sua carriera o di uno alle prime armi?

-Conoscenza: Sicuramente quando devo scegliere tra un fisioterapista A e un fisioterapista B opterò per quello che ritengo che abbia più conoscenza del proprio mestiere, insomma meglio che sappia la differenza tra un piede e una spalla no?

-Passaparola: più senti parlare bene di qualcuno più ti fidi lui, se poi chi ne parla bene è qualcuno in cui credo, tanto meglio!

-Apparenza: un fisioterapista che non riesce ad aprire una bottiglia d’acqua non fa percepire di avere la forza adatta a massaggiare un quadricipite contratto. Anche l’apparenza conta e se analizzata bene non inganna, soprattutto sul web!

Detta così i fattori di ranking di Giulio sono molto umani, non ti sembra?

Seo: come entrare nelle grazie di Giulio

Finalmente dopo un bel po’ di parole siamo arrivati al dunque: che cosa è come funziona questa benedetta Seo?

Che cosa è la Seo?

La Seo, che sta per Search Engine Optimization (cioè ottimizzazione per i motori di ricerca) non è altro che l’insieme delle attività che ci permettono di entrare nelle grazie di Giulio!

La Seo è l’insieme di strategie, azioni e analisi che lo Specialista mette in atto per essere inseriti nel ranking di Giulio.

Proviamo a vedere i 5 fattori di ranking di Giulio in corrispondenza con le principali attività Seo!

Attenzione: se ti aspetti di sapere quante parole chiave deve contenere il tuo articolo per essere posizionato o l’architettura dei link interni del tuo sito questo non è il posto giusto. Non entrerò nelle specifiche tecniche della Seo.

-Esperienza: cioè da quanto tempo è online il tuo sito. La Seo con questo fattore incide ben poco, ma è utile sapere che un dominio più “anziano” ha un valore maggiore.

-Corrispondenza: ovvero scegliere le parole chiave corrette. La Seo prima di tutto individua quali sono le chiavi su cui è utile posizionarsi in base al numero di ricerche, in base alla concorrenza e in base all’aspettativa dell’utente.
Se sei un massofisioterapista è meglio che ti posizioni su questa parola chiave piuttosto che su “fisioterapista”, inoltre evita di posizionarti su “oculista”!

-Conoscenza: ovvero quantità di pagine con contenuti interessanti e autorevoli sulle parole chiave selezionate. Se sei un massiofisioterapista sarai considerato più autorevole se parli di massofisioterapia, di massaggi, dolori muscolari, recupero infortuni ecc.
Più il tuo sito è corposo di pagine che trattano argomenti inerenti il tuo business e più Giulio ti considera!

-Passaparola: ovvero in quanti ti stanno linkando. Più persone (siti) parlano bene di te e più risulti “consigliabile”. Ovviamente se parla di te un sito famoso e autorevole nel tuo settore il passaparola vale molto di più.

-Apparenza: ovvero come è organizzato il tuo sito e i suoi contenuti. Nell’apparenza ci sta dentro tutto il sito web, dalla resa sul Mobile alla velocità di caricamento, dalla presenza dei tag Seo (come h1, h2, h3) all’usabilità, dalla “pulizia” del codice html alla struttura dei link interni.

Lo Specialista Seo in base al tuo caso specifico sa quali leve muovere e quali attività effettuare per migliorare il posizionamento senza incorrere in penalizzazioni.

Che cosa non è la Seo?

Non sai quante volte mi sono sentito dire “voglio il mio sito ben posizionato ma ho una pagina sola” oppure “voglio posizionarmi per questo prodotto ma non lo vendo” o addirittura “pago solo se arrivo al primo risultato di ricerca”!

Tutte queste affermazioni per chi conosce la Seo sono sbagliate.

Per capire bene cosa è la Seo proviamo a sfatare qualche mito e qualche pregiudizio.

  1. La Seo non può posizionare un sito senza contenuti. Nel 90% dei casi se il tuo sito non ha contenuti non puoi posizionarti, soprattutto se le parole chiave scelte hanno molte ricerche e molta concorrenza.
    Se vengo nella tua azienda e ti dico solo “Faccio Web Marketing” e poi sto in silenzio senza rispondere a nessun tuo dubbio e senza mostrarti le mie conoscenze quanta possibilità ho che tu mi affidi la gestione del tuo sito?
  2. La Seo non è un’attività truffaldina. Fare Seo non significa più mettere una pagina nascosta con link invisibili cercando di “truffare” il pensiero di Giulio. Posizionarsi su chiavi non in linea con il proprio business è praticamente inutile e pericoloso!
  3. Il tuo Seo Manager non conosce Giulio e non può chiamarlo. Nessuno può assicurarti la prima posizione e chi lo fa ti sta mentendo. Il Seo Manager non decide il ranking e non può chiamare Giulio e farsi raccomandare quindi perché vuoi farti assicurare qualcosa che nessuno può assicurarti?
    Hai presente le gare di tuffi dove una giuria assegna un punteggio ad ogni concorrente? Secondo te un allenatore può assicurare ad un atleta che la giuria gli darà sempre il punteggio più alto?
  4. Le parole chiave non sono inventate ma basate su numero di ricerche. Un Seo Manager (bravo ovviamente) quando fa una ricerca di parole chiave si basa su molti fattori come il numero di ricerche, la concorrenza, la corrispondenza, ecc.
    Se la fascia per il ginocchio che vendi in gergo tecnico si chiama “artropedite fisiatrico” (totalmente inventato) ma gli utenti cercano “fascia per ginocchio” non impuntarti per posizionarti sul termine tecnico che non cerca nessuno!
  5. La Seo non si fa in un giorno. Tra iniziare una strategia Seo ed essere posizionati c’è di mezzo il tempo che varia in base a moltissimi fattori.
    Di sicuro non puoi posizionarti stasera se la tua strategia è iniziata stamattina, ci vuole un po’ di pazienza!

Quanto mi costa sta Seo?

Ok, più o meno abbiamo capito chi è Giulio e come ci aiuta ogni giorno e più o meno abbiamo capito a grandi linee e in modo superficiale che cosa fa e come funziona la Seo.
La domanda fatidica adesso è: quanto spendo?

Questa forse è una delle domande più difficili a cui rispondere perché decretare il prezzo corretto di un servizio che può avere milioni di sfaccettature diverse è praticamente utopia!

Quindi nessun prezzo è realmente sbagliato o realmente giusto. Mi sembra ovvio però che se chiedi una consulenza a un Guru della Seo e il tuo sito è di 1000 pagine spenderai un bel po’ di più rispetto ad un azienda con un sito di 30 pagine e un Seo Manager “normale”.

Voglio però sveltarti un segreto che può aiutarti nel capire meglio il prezzo della Seo!

La Seo è un servizio che principalmente è calcolato sul numero di ore che un professionista dedica al tuo progetto. Ci sono anche costi relativi a software di analisi o di ottimizzazione, ma incidono solo in piccola parte sul prezzo.

Il prezzo che ti ritroverai davanti sarà principalmente un insieme di:
– Autorevolezza riconosciuta dal mercato: il Guru lo paghi di più fattene una ragione!
– Struttura: un freelance ha un costo orario inferiore rispetto ad un Agenzia, ma ovviamente non dispone di un gruppo di lavoro variegato e interdisciplinare.
– Ore lavorate: se spendi 100€ al mese il tuo Seo Manager non seguirà il tuo progetto 24h su 24h!

Nella scelta non basarti solo sul prezzo finale, ma cerca di farti un’idea sulla professionalità del servizio. Se guardi solo al costo sicuramente risparmierai ma potresti più facilmente incorrere in un “non posizionamento”.

Cosa possono fare le Seo e Giulio per il mio business

Per finire proverò a rispondere ad una domanda classica sulla Seo e cioè “Quante conversioni in più farò con questa attività Seo?”.

In linea di massima la prima risposta che mi viene in mente è “Nessuna!”.

Lo so sono un po’ provocatorio però da un certo punto di vista associare la Seo alla conversione è come dire che basta aprire un negozio nella via più trafficata della città per vendere senza tenere in considerazioni tutti gli altri fattori della conversione come usabilità, offerta, servizi aggiuntivi, conoscenza del brand ecc.

Sicuramente la Seo (così come un negozio posizionato nella via più trafficata della città), se fatta bene aiuta ad aumentare le conversioni ma non è il primo punto da analizzare.

Quindi facendo una classifica dei KPI da tenere presente per gestire un’attività Seo sono:

  • Scelta delle chiavi e impression potenziali:le chiavi scelte quante ricerche possono attivare in un anno?
  • Corrispondenza delle chiavi selezionate: le chiavi corrispondono al mio business?
  • Andamento del posizionamento nel tempo: sto acquistando posizioni nel ranking con questa attività?
  • Clic ricevuti in relazione al posizionamento: sono in prima posizione ma non ricevo neanche un clic? Forse ho sbagliato title e description o forse gli utenti che hanno quel bisogno cliccano solo sui risultati a pagamento?
  • Frequenza di rimbalzo dalle visite Seo: questo ci dice se i contenuti sul sito sono giusti per gli utenti che ci visitano o se invece si aspettavano qualcos’altro.

Ora se tutti i KPI precedenti sono più o meno positivi e quindi ho scelto chiavi giuste con un buon potenziale di ricerca, mi sto posizionando bene, il numero di clic è buono e la frequenza di rimbalzo è bassa, ma non faccio conversioni devo cambiare la strategia Seo?

Dal mio punto di vista la risposta è “No!”, la Seo sta facendo il suo mestiere il problema sta da un’altra parte. Solitamente sta sul sito e nell’offerta commerciale, come ad esempio le immagini, i testi promozionali, i prezzi, i servizi aggiuntivi, il customer care.

La Seo può posizionarti e portarti visite più interessate possibile, ma non converte direttamente!

Come funziona la Seo in una frase!

In parole tecniche

La Seo è un’attività composta da azioni strategiche, operative e analitiche che hanno l’obiettivo di incrementare le visite di un sito web da parte di utenti interessati attraverso il miglioramento costante del posizionamento nel ranking dei motori di ricerca.

In parole semplici

La Seo mira a farsi consigliare da Giulio (il motore di ricerca) agli utenti interessati.